Blog: http://TuaSciari.ilcannocchiale.it

..non saresti più venuto..

..Le panche sono interamente occupate..i fedeli ascoltano e io mi allontano dalla voce del sacerdote,lasciando che la mia mente ritorni a un tempo lontano,ma nemmeno tanto,gelido e silenzioso soprattutto..
Le giornate andavano ormai allungandosi,e il sole sembrava quasi più felice di splendere..
Le mie debolezze le custodivo calde dentro di me..
non un messaggio che potesse rivelare qualche frammento della mia amarezza,rabbia,incomprensione,smarrimento..
nessuno sguardo di sconforto..
piuttosto.. preferivo far sorridere i miei occhi attori,in penombra,nascondendo un po' di lucido,un po' di disperazione che mi prendeva quando la campanella cominciava a suonare all'impazzata,ma io non volevo che le lezioni terminassero..non volevo liberarmi di quelle pareti..
ma dovevo..
dovevo tornare a casa..
così..quando aprivo la porta,il silenzio piombava su di me all'istante,facendomi quasi tremare..era un silenzio così assordante che perfino lo scatto della serratura sembrava rimbombare nell'atrio..
"papààààààà"
nessuna risposta..
"sono tornataa..!"
e di nuovo..solo l'eco della mia voce che si allungava dal basso delle scale verso la sua camera..
salivo poi..con una finta disinvoltura..
come se anche in quel momento avessi paura di mostrare il mio panico di fronte a quell'ambiente familiare ma inanimato..
mi avvicinavo poi alla porta di camera tua..
ed eri ancora lì..
una pace mi ritornava nel cuore..
sembravi già angelo sotto le lenzuola bianche..
sbattevi gli occhi ogni tanto e un raggio di sole ti donava splendore..
come gemevo dentro di me nel vederti lì..presente-assente..chiuso nel tuo dolore viscerale che ti stava portando velocemente via da noi..
"ciao papi!"
"ciao.."
'non mi dici sciari?'pensavo,trattendendo un nodo alla gola..
"ti faccio la pastina?"
"va bene.."
"allora dopo scendi giù quando ti chiamo,vero?"
"sì.."
così me ne andavo sperando che quella volta sarebbe stato diverso..
ma a pranzo mi ritrovavo sola e il tuo piatto ancora pieno aspettava..aspettava..
ma tu..
non saresti più venuto..




Pubblicato il 4/12/2007 alle 21.30 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web